Ruota intorno all’artigianalità e alle eccellenze veneziane la partecipazione di Orsoni Venezia 1888 alla Venice Fashion Week (17 – 26 Ottobre 2019), condividendone l’impegno nel promuovere moda
e design sostenibile, artigianato e ricerca. 

L’evento presso l’antica Fornace Orsoni (Martedì 22 Ottobre) sarà infatti l’occasione per presentare la neo-nata associazione ‘Alto Artigianato Venezia’, attraverso l’esposizione frutto delle prime collaborazioni tra aziende storiche e designers contemporanei. Verranno esposti alcuni accessori moda e di design realizzati con mosaici Orsoni Venezia 1888 da Patrick McDowell e una capsule collection firmata Tiziano Guardini per Tessitura Luigi Bevilacqua. 

Orsoni Venezia 1888 entra a far parte dell’associazione Alto Artigianato Venezia con l’intento di preservare, sviluppare e diffondere le attività e i prodotti unici che rappresentano un legame tra cultura, artigianato e la città di Venezia. Tutti obbiettivi già profondamente radicati nella sua passione per l’eccellenza e raggiungibili solo in presenza di un approccio sostenibile e rispettoso del territorio. 
Per questo, l’azienda è stata entusiasta di incontrare la creatività del giovane stilista inglese Patrick McDowell, star della Helsinki Fashion Week 2019 con una collezione realizzata con il supporto di Burberry e Swarovski.

Il progetto di design, presentato in occasione della Venice Fashion Week, si sviluppa sul concetto di moda sostenibile, colore e divertimento. “Patrick ha accolto con entusiasmo la sfida di Orsoni Venezia 1888: creare accessori fashion e di design riutilizzando materiale di recupero dalle tessere di mosaico prodotte nel cuore di Venezia.”

Il tema della sostenibilità, oggi particolarmente attuale, è alla base di un percorso responsabile che l’ultima fornace a fuoco vivo nella città sull’acqua ha fatto proprio da moltissimo tempo e che si rispecchia in alcune attività:
– Tutela dell’artigianalità e delle lavorazioni fatte a mano.
– Utilizzo di un’alta percentuale di vetro riciclato post-consumo e post-industriale.
– Trattamento e consumo di acqua, risorsa importantissima a Venezia, con il minimo impatto ambientale.
– Impiego e recupero degli scarti in altri processi produttivi o lavori artistici.

Un impegno quotidiano, un contributo fondamentale per costruire un futuro per la fornace, le persone e il pianeta. 

Maggiori informazioni: altoartigianatovenezia.com

Stefano Micelli, Rodolfo Bevilacqua, Riccardo Bisazza, Lorenzo Cinotti, Agnese Lunardelli e Martina Vidal